Neurobase.it
Tumori testa-collo
Xagena Mappa
Medical Meeting

Neuropatia periferica dopo esposizione alla Levodopa e implicazioni per la somministrazione del farmaco per via duodenale nei pazienti con malattia di Parkinson


Nei pazienti con malattia di Parkinson avanzata ( PD ), l’infusione continua intra-duodenale di gel intestinale di Levodopa / Carbidopa ( LCIG; Duodopa ) è un approccio consolidato nella gestione delle complicanze motorie che non possono essere ulteriormente migliorate con una terapia orale convenzionale.

In generale, la tollerabilità del gel intestinale a base di Levodopa / Carbidopa assomiglia a quella della terapia dopaminergica orale; tuttavia, i casi di neuropatia periferica sintomatica, a volte grave, sono stati riportati nei pazienti in trattamento con gel intestinale di Levodopa / Carbidopa.

I casi sono in genere rappresentati da una polineuropatia sensitivo-motoria sia con insorgenza subacuta e cronica, spesso associata a carenza di vitamina B12 e/o di vitamina B6.
Rari casi assomigliano clinicamente alla sindrome di Guillain-Barré.

In assenza di dati raccolti in maniera prospettica sulle possibili associazioni tra gel intestinale di Levodopa / Carbidopa e neuropatia periferica, è prudente esplorare possibili meccanismi che possono spiegare questa relazione.

La neuropatia periferica può essere collegata all'uso di alte dosi di Levodopa, promuovendo elevati livelli di omocisteina e acido metilmalonico o ridotto assorbimento di vitamine essenziali per il metabolismo della omocisteina.

I casi di neuropatia periferica associati all’infusione di LCIG spesso hanno risposto alla supplementazione di vitamina senza bisogno di cessazione della somministrazione di gel intestinale Levodopa / Carbidopa, anche se la cessazione della somministrazione di gel intestinale Levodopa / Carbidopa a volte è necessaria.

Può essere opportuno monitorare lo stato della vitamina B12 / B6, prima e dopo che i pazienti iniziano ad assumere gel intestinale di Levodopa / Carbidopa e essere vigili riguardo ai segni di neuropatia periferica.

Sono necessari studi su larga scala e a lungo termine, prospettici, per chiarire se la supplementazione di vitamina e l'uso di routine di un inibitore della catecol-O-metiltransferasi ( COMT ) può aiutare a prevenire la neuropatia periferica tra coloro che ricevono il gel intestinale di Levodopa / Carbidopa e se tali misure debbano essere praticate di routine nei pazienti con malattia di Parkinson in cui si fanno uso di alte dosi di Levodopa per os. ( Xagena2013 )

Müller T et al, Parkinsonism Relat Disord 2013; 19: 501-507

Neuro2013 Farma2013


Indietro