Neurobase.it
Tumori testa-collo
Xagena Mappa
Medical Meeting

Malattia di Parkinson: l’infusione sottocutanea di Levodopa riduce le fluttuazioni farmacocinetiche


ND0612 è una formulazione di Levodopa / Carbidopa con buona solubilità per la somministrazione per via sottocutanea, e tramite una pompa mantiene i livelli di Levodopa nel sangue più costanti e riduce le fluttuazioni farmacocinetiche che si osservano invece con Levodopa per os.
Due formulazioni con basse o alte concentrazioni di Carbidopa sono state utilizzate nello studio: ND0612L e ND0612H rispettivamente.

Lo studio multicentrico di fase 2a, in aperto, ha utilizzato preparazioni di Levodopa / Carbidopa contenente una concentrazione costante di Levodopa di 60 mg/mL.
Sedici pazienti adulti con malattia di Parkinson idiopatica con periodi OFF ben definiti e una buona risposta alla Levodopa sono stati assegnati in modo casuale a uno di due gruppi.

Il gruppo ND0612L ha ricevuto 240 microlitri/ora nell’arco di 8 ore ( 115.2 mg di dose totale ), e il gruppo ND0612H ha ricevuto 640 microlitri/ora nell’arco di 8 ore mediante due siti di iniezione ( dose totale 307.2 mg ).
L’assunzione degli altri farmaci anti-Parkinson erano stati sospesi la sera che ha preceduto il giorno dell'infusione.

I pazienti sono rimasti in clinica per tutto il periodo di studio. Nel giorno 1, i pazienti hanno ricevuto il trattamento standard con Levodopa per os.
Nel giorno 2, hanno ricevuto ND0612L o ND0612H con Carbidopa a bassa concentrazione ( 7.5 mg/ml ).
Nel giorno 3, hanno ricevuto un basso o un alto dosaggio di Levodopa ma con Carbidopa ad alto dosaggio ( 14 mg/ml ).
Un regime opzionale per il giorno 4 consisteva di infusione di Levodopa, Carbidopa ad alta concentrazione, ed Entacapone per os.

L'endpoint farmacocinetico primario era l’indice di fluttuazione della concentrazione plasmatica della Levodopa.

E’ stato osservato che le fluttuazioni dei livelli plasmatici di Levodopa sono risultati tutti significativamente ridotti con le preparazioni di ND0612 rispetto alla Levodopa per os. ( P inferiore a 0.001 ).

Sia ND0612L sia ND0612H hanno prodotto livelli plasmatici terapeutici di Levodopa costanti, con la preparazione H che ha prodotto concentrazioni plasmatiche circa tre volte più elevate rispetto alla preparazione L.
L’aggiunta di Entacapone ha aumentato i livelli allo steady-state con entrambe le formulazioni di circa il 25% senza influenzare l'indice di fluttuazione.

La sicurezza e la tollerabilità di ND0612è risultata buona.
Otto pazienti hanno riportato un totale di 10 effetti avversi come conseguenza del trattamento.
Un paziente nel gruppo ND0612H ha presentato un aumento degli enzimi epatici considerati probabilmente correlati al trattamento.
La maggior parte dei pazienti ha presentato lieve eritema al sito di infusione ed edema, che si sono risolti.

Non è stato osservato alcun caso di discinesia.

Nel corso di un periodo di follow-up di sicurezza di 6 mesi, tutti i pazienti hanno presentato relativamente piccoli noduli al sito di infusione che si sono risolti in 4-6 mesi.
Non è stata riscontrata differenza tra i gruppi riguardo al numero di noduli.

Fonte: 19th International Congress of Parkinson's Disease and Movement Disorders ( MDS ), 2015

Neuro2015 Farma2015


Indietro