Neurobase.it
Tumori testa-collo
Xagena Mappa
Medical Meeting

Trattamento della malattia di Parkinson avanzata: stimolazione cerebrale profonda del globo pallido rispetto alla stimolazione del nucleo subtalamico


La stimolazione cerebrale profonda ( DBS ) è la procedura chirurgica di scelta per i pazienti con malattia di Parkinson avanzata.
Il globo pallido interno ( GPI ) e il nucleo subtalamico ( STN ) sono comunemente bersagli di questa procedura.
Lo scopo di questa meta-analisi è stato quello di confrontare l'efficacia della stimolazione cerebrale profonda in ciascuna regione.

Sono stati analizzati i risultati di studi che hanno valutato l'efficacia e gli esiti clinici della stimolazione cerebrale profonda del globo pallido interno e del nucleo subtalamico per la malattia di Parkinson.

Sono stati inclusi nell'analisi 6 studi per un totale di 563 pazienti.

La stimolazione cerebrale profonda del globo pallido interno o del nucleo subtalamico ha prodotto, in misura simile, un miglioramento della funzione motoria, misurata mediante la scala UPDRS III ( Unified Parkinson's Disease Rating Scale Section III ) ( valutazione motoria ), per i pazienti in fase on- ed off- riguardo al trattamento con farmaci, entro 1 anno dopo l'intervento chirurgico.
Il punteggio di cambiamento per la fase on ( trattamento farmacologico ) è stato pari a 0.68 ( p superiore a 0.05; 5 studi, 518 pazienti ) e per la fase off ( trattamento farmacologico ) è stato di 1.83 ( p superiore a 0.05; 5 studi, 518 pazienti ).

I punteggi alla scala UPDRS parte II ( attività associate alla vita quotidiana ) per i pazienti in trattamento con farmaco sono migliorati in modo simile in entrambi i gruppi di stimolazione cerebrale profonda ( p = 0.97 ).

La stimolazione cerebrale profonda del nucleo subtalamico ha permesso di ridurre i dosaggi del farmaco in misura maggiore rispetto alla stimolazione cerebrale profonda del globo pallido interno ( p inferiore a 0.00001, 5 studi, 540 pazienti ).

I sintomi psichiatrici, misurati alla scala BDI ( Beck Depression Inventory ), seconda edizione, hanno mostrato un miglioramento maggiore rispetto al basale dopo stimolazione cerebrale profonda del globo pallido interno che dopo la stimolazione cerebrale profonda del nucleo subtalamico ( differenza media standardizzata -2.28, p = 0.002; 3 studi, 382 pazienti ).

In conclusione, la stimolazione cerebrale profonda del globo pallido interno e del nucleo subtalamico hanno migliorato la funzione motoria e le attività della vita quotidiana nei pazienti con malattia di Parkinson.
Differenze in termini di efficacia terapeutica per la malattia di Parkinson non sono state osservate tra le due procedure.
La stimolazione cerebrale profonda del nucleo subtalamico ha permesso una maggiore riduzione dei dosaggi dei farmaci, mentre la stimolazione cerebrale profonda del globo pallido interno ha prodotto un maggiore sollievo dai sintomi psichiatrici. ( Xagena2014 )

Liu Y et al, J Neurosurg 2014:1-10

Neuro2014



Indietro