Neurobase.it
Tumori testa-collo
Xagena Mappa
Medical Meeting

Sistema transdermico a base di Rotigotina nel trattamento della malattia di Parkinson in fase precoce


La Rotigotina è un agonista selettivo D2/D3. Uno  studio ha valutato l’efficacia e la sicurezza di un cerotto transdermico a base di Rotigotina ( Neupro ) nei pazienti con malattia di Parkinson che non stavano assumendo farmaci dopaminergici.

Sono stati arruolati 242 pazienti con malattia di Parkinson in fase precoce.
I pazienti sono stati assegnati in modo random a cerotti transdermici , contenenti 4,5 , 9,0 , 13,5 , o 18 mg di Rotigotina o placebo, per 11 settimane.

E’ stato osservato un significativo miglioramento dose-correlato nelle attività motorie e nelle attività giornaliere alla scala Unified Parkinson’s Disease Rating Scale ( UPDRS ) tra i pazienti del gruppo Rotigotina 13,5 e 18 mg rispetto al placebo.

Effetti indesiderati si sono presentati maggiormente tra i pazienti trattati con Rotigotina, e sono stati : nausea, reazioni al sito di applicazione, vertigini, insonnia, sonnolenza, vomito e stanchezza.

Secondo questo studio il sistema transdermico alla Rotigotina è risultato sicuro ed ha prodotto miglioramenti nei segni parkinsoniani dei pazienti con malattia di Parkinson in fase precoce. ( Xagena2003 )

The Parkinson Study Group, Arch Neurol 2003; 60:1721-1728


Neuro2003 Farma2003


Indietro