Neurobase.it
Tumori testa-collo
XagenaNewsletter
Medical Meeting

Biopsia con ago della ghiandola sottomandibolare per la diagnosi di malattia di Parkinson


Uno studio ha esaminato le biopsie delle ghiandole salivari in pazienti viventi con malattia di Parkinson ( PD ).

I pazienti con malattia di Parkinson da 5 anni o più sono stati sottoposti a biopsie con ago transcutaneo ( calibro 18 o 16-gauge ) di una ghiandola sottomandibolare.

Le ghiandole salivari minori sono state rimosse tramite una piccola incisione nel labbro inferiore.

Il tessuto è stato fissato in formalina e sezioni seriali da 6-micron incluse in paraffina sono state immunoistochimicamente colorate per alfa-sinucleina fosforilata ed esaminate per alfa-sinucleinopatia di tipo Lewy ( LTS ).

Quindici pazienti con malattia di Parkinson sono stati sottoposti a biopsia: 9 femmine / 6 maschi, età media 68.7 anni, durata media della malattia di Parkinson 11.8 anni.
Dodici delle biopsie con ago avevano abbastanza tessuto della ghiandola sottomandibolare microscopicamente evidente per una valutazione e 9 su 12 ( 75% ) avevano alfa-sinucleinopatia di tipo Lewy.

Solo 1 biopsia su 15 ( 6.7% ) delle ghiandole salivari minori è stata positiva per alfa-sinucleinopatia di tipo Lewy.

Cinque pazienti hanno presentato un evento avverso; tutti sono stati lievi e transitori.

In conclusione, questo studio ha dimostrato la possibilità di eseguire biopsie con ago della ghiandola sottomandibolare in pazienti con malattia di Parkinson per valutare alfa-sinucleinopatia di tipo Lewy.
Sebbene questo fosse un piccolo studio, questo metodo di biopsia dei tessuti può essere importante per la conferma tissutale della malattia di Parkinson in pazienti candidati a procedure invasive e per studi di ricerca di altri biomarcatori della malattia di Parkinson. ( Xagena2014 )

Adler CH et al, Neurology 2014; 82: 858-864

Neuro2014 Diagno2014



Indietro